Install theme
Gli sembrava ogni volta di toccare il cielo, ma poi inesorabilmente ricadeva a terra da altezze vertiginose, spaccandosi l’anima in minuti pezzi di vetro.
Cose che nessuno sa. (via stapassando)
Come può mancarci chi non abbiamo mai avuto? Cosa ci manca veramente: l’altro o una parte di noi stessi? O abbiamo bisogno di qualcuno che ci regali quella parte di noi stessi che ci manca? Sono cose che nessuno sa.
Alessandro D’Avenia (via sorrisicomescudiii)
La strinse più forte, chiedendosi chi stesse abbracciando l’altro, chi dava e chi riceveva. In un abbraccio viene un momento in cui non si distingue più, e quando accadde la prima volta, qualcuno lo chiamò amore.
Alessandro D’Avenia, Cose che nessuno sa. (via cioviciovi)
Persino il mare sembra senza limiti, eppure canta solo quando li trova: infrangendosi sulla chiglia diventa schiuma; spezzandosi sugli scogli, vapore; sfinendosi sulle spiagge, risacca. La bellezza nasce dai limiti, sempre.
Alessandro D’Avenia (via conilcuoreintempesta)
Le persone sono fatte di luci e ombre. Finchè non conosci le ombre non sai niente di una persona. Cerca di vedere le ombre prima delle luci, altrimenti resti delusa.
Cose che nessuno sa - Alessandro D’Avenia (via kainotetophobia)
Ci sono parole come le conchiglie, semplici, ma con il mare dentro.
Alessandro D’Avenia (via bravefixeddreams)
Quella notte ho pensato solo ai suoi occhi e volevo che la mia vita fosse guardata da quegli occhi. Solo così sarebbe stata migliore.
Cose che nessuno sa - Alessandro D’Avenia (via kainotetophobia)
C    renovador